Qualche consigli per una visita a Bassano del Grappa

Qualche consigli per una visita a Bassano del Grappa

Adagiata sulle rive del fiume Brenta, dominata dal Grappa, il monte che ha legato il suo nome alla storia e alla Grande Guerra, Bassano può vantare una posizione geografica davvero felice. Bassano del Grappa è una delle storiche cittadine della provincia vicentina. A pochi chilometri da Vicenza e Padova, questa cittadina ha saputo coniugare alcune testimonianze medievali e unâ??architettura di epoca veneziana, il tutto all’interno delle stupende mura, che segnano lo sviluppo urbano della città di origini romane.

Lâ??opera più famosa della città è sicuramente il famosissimo Ponte degli Alpini, opera del grande architetto Andrea Palladio. Il ponte fu progettato dal Palladio in legno perché la sua elasticità fosse in grado di contrastare l’impetuosità‘ del fiume Brenta. Subì diversi e pesanti danneggiamenti sia a causa del fiume, sia a causa di bombardamenti, ma sempre ristrutturato sulle direttive palladiane. L’ultima ricostruzione risale al secondo dopoguerra per opera degli Alpini.

Nella piazza centrale del Monte Vecchio sorgono inoltre l’imponente palazzo del Monte di Pietà e la casa Dal Corno Bonato e un certo ristorante vicino Vicenza, la cui facciata era stata affrescata da Jacopo Da Ponte, detto il Bassano (le opere sono ora conservate al Museo Civico); a pochi passi, nella piazza della Libertà, la chiesa neoclassica di San Giovanni, realizzata nel 1300 dall’architetto Giovanni Miazzi. Meravigliosa e’ anche la quattrocentesca Loggia del Comune. Tutto l’abitato e’ costellato di edifici di splendido gusto, arricchiti di preziosi ornamenti: una passeggiata per le tranquille piazzette, infatti, può rivelarsi molto affascinante.

Storicamente, Bassano ha vissuto esperienze travagliate. Passata dalla dominazione vicentina a quella padovana e poi veneziana, la città visse attorno al 1400 un periodo di pace e di prosperità, che favorì lo sviluppo fiorente dei commerci, delle arti e della cultura. Tra il Quattrocento ed il Seicento, nacquero i pittori della dinastia Da Ponte, poi detta “Da Bassano”, della cui scuola fu fondatore il celebre Jacopo. Dopo aver vissuto nel Settecento il suo periodo di massimo splendore, la città fu coinvolta nella caduta di Venezia e passò sotto la dominazione austriaca nel 1815, per essere poi annessa al Regno dâ??Italia nel 1866.

Ma fu durante la Prima Guerra Mondiale che Bassano ebbe fama eterna: centro di importanza strategica nellâ??economia bellica, vicina a quel monte Grappa teatro di cruente e determinanti battaglie contro gli invasori austriaci, la città si guadagnò quel nome di “Città degli Alpini” che per sempre ha legato indissolubilmente a sé.

Città d’arte e di storia, centro urbano dalla millenaria tradizione, Bassano possiede un calendario ricco di eventi e manifestazioni durante tutto l’arco dell’anno che i turisti di tutto il mondo non si lasciano scappare alloggiando in comodissimi hotel Bassano del grappa. A febbraio il coloratissimo Carnevale, uno dei più belli del Veneto, tra marzo e maggio l’arte incisoria a Palazzo Agostinelli, a fine aprile spazio ai buongustai con la mostra dell’asparago bianco tipico, a maggio la mostra mercato della stampa e del libro antico. Nel periodo pasquale, la vicina San Zeno di Cassola ospita il Meeting internazionale di volo libero, e quello delle mongolfiere ad ottobre, ideale per trascorrere una vacanza Bassano. E con l’arrivo del caldo, ecco la prestigiosa Opera Estate Festival, con grandi spettacoli in cartellone che attirano turisti e visitatori.

A cura di Martina Meneghetti
Prima Posizione Srl – Pay per click advertising

Webwriter of Prima Posizione Srl.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>